Posted on 1 commento

Electrochoc di Laurent Garnier

ELECTROCHOC di LAURENT GARNIER: il libro cult sulla storia della musica elettronica finalmente in italiano

Electrochoc è un libro che racconta l’ascesa della scena dance elettronica dalla metà degli anni ’80, dal Mud Club di Londra a L’Hacienda di Manchester, da Parigi, Detroit, New York, Chicago e oltre. E’ una storia affascinante della scena dance e un’autobiografia, Electrochoc include i contributi unici dei pionieri della Detroit techno quali Jeff Mills e ‘Mad’ Mike Banks, così come François Kervorkian, James Murphy e David Guetta.

Lo choc benefico di Laurent Garnier di Damir Ivic per Soundwall
Ce l’abbiamo fatta. Buoni ultimi, o fra gli ultimi. Onore al merito a chi si è sobbarcato la fatica di dare vita alla traduzione italiana di questo bellissimo “Electrochoc” (tra l’altro chiamando in campo, tra i revisori, anche personaggi a quattro quarti di qualità come Andrea Benedetti, uno dei padri della techno in Italia); resta il fatto che arriviamo veramente con ritardo a dare una versione in lingua locale ad un libro che, sinceramente, sarebbe abbastanza imprescindibile per chiunque si ritenga, anche solo alla lontana, un clubber. Sarebbe, ed è. Ed in realtà, non solo per i clubber: anche solo un semplice appassionato di musica a trecentosessanta gradi può trovare una miriade di spunti interessanti a partire da quelli più strettamente tecnici e compositivi fino, allargando la prospettiva, a vedere raccontata in modo mirabile quella transizione che ha portato il mondo dell’indie rock a collidere con la nascente rivoluzione acid house (…eh sì, perché Garnier era a Manchester esattamente in quegli anni lì: e ci si è buttato dentro con sguardo e piglio affilatissimo). Uno snodo fondamentale” (continua a leggere)

ORDINA ADESSO LA TUA COPIA! Clicca qui

1 thought on “Electrochoc di Laurent Garnier

  1. Hi, this is a comment.
    To get started with moderating, editing, and deleting comments, please visit the Comments screen in the dashboard.
    Commenter avatars come from Gravatar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *